Chi fu realmente il comandante Guevara?

Mai il suo operato potrà tramontare, essere dimenticato o cancellato. Mai la lotta che portò avanti, sacrificando la sua stessa vita, potrà smettere di essere un esempio per uomini e donne di tutto il mondo. Ernesto Guevara, noto con lo pseudonimo di “Che”, è uno dei personaggi storico-politici più controversi …

Continua a leggere

Giorgio Castriota, un eroe guerriero, esempio per il nostro tempo

Tra i guerrieri più famosi e onorati del Medioevo, vi è il principe Giorgio Castriota Skanderbeg: egli per anni, con il suo esiguo esercito di patrioti, ostacolò e sconfisse numerose volte le armate islamiche dell’Impero ottomano, permettendo così ai regni europei di organizzare le loro truppe, che nonostante si rivelarono …

Continua a leggere

Le catene dell’Europa: l’oblio storico della schiavitu’ – parte 1

Prima di iniziare il discorso è doveroso chiarire che il termine “schiavo” (in inglese “slave”) deriva dal termine francese “slavo” come riferimento ad un determinato gruppo etno­linguistico. Da qui la schiavitù degli slavi divenne proverbiale e diede origine,in molte lingue europee, al termine schiavo. Il vocabolo latino “sclavus”  prese piede …

Continua a leggere

Intervista all’Associazione Nazionale Volontari di Guerra

Intervista a Stefano Sogari, dirigente dell’Associazione Nazionale Volontari di Guerra, a cura di Marco E. Malaguti. 1) Lei è dirigente dell’Associazione Nazionale Volontari di Guerra. Parole quali “Guerra”, e ancor di più “volontari” sembrano aliene dal vocabolario dei giovani di oggi, di cosa si occupa la sua Associazione? Personalmente sintetizzo …

Continua a leggere

Fede e massacri nella Valtellina del Seicento, parte 2

  I Valtellinesi, rincuorati dall’intervento spagnolo, esposero in tutti i paesi la bandiera spagnola e le truppe del Figueroa marciarono su Morbegno, mentre un distaccamento dilagò nella Gera d’Adda, allora sotto dominio veneto, per impedire ai Veneziani di intervenire in Valtellina in aiuto ai Grigioni. Morbegno e la Val Chiavenna …

Continua a leggere

Fede e massacri nella Valtellina del Seicento, Parte 1

Quando oggi parliamo di Valtellina il pensiero corre immediatamente a neve fresca sulla quale dilettarci con lo sci, ad escursioni in pacifici boschi e ad un’ottima gastronomia. Ma molti non sanno che questa non fu sempre la realtà di questa amena valle lombarda. Oggi, poco abituati a considerare le conformazioni …

Continua a leggere

Le correnti di parte e l’Italia dimenticata

Indubbiamente quella Romana fu la più grande civiltà della storia d’Europa: la sua grandezza derivò da una serie di circostanze favorevoli, create con l’unione delle migliori e più avanzate culture europee preesisenti. Per secoli, il suo fascino ha colpito i cuori degli uomini: Cesare ispirò Augusto, Augusto ispirò i successivi …

Continua a leggere

Quelle legioni sulle rive dell’Eufrate

  Molte cose si potrebbero dire dei fatti di Colonia, e molte ne sono state dette, ma chi scrive su Atrium non solo ha interesse all’attualità, ma soprattutto è fedele a quel detto latino secondo il quale “Historia magistra vitae”. E’ senza dubbio passato inosservato il fatto che  proprio mentre …

Continua a leggere

La Casa purche’ Tempio, il Tempio in quanto Casa

Sospesa tra simbolo e realtà, tra mito e pura immagine, a cavallo della Verità percepita dalle Genti, in principio era la Domus: in onore di ATRIUM, cuor pulsante della dimora, inauguriamo un discorso che non pretende fornire rivelazioni di forma, quanto piuttosto accendere riflessioni di sostanza. La russa дома, la …

Continua a leggere

Le Vicinie elvetiche, ovvero prima gli autoctoni

      Pochi sanno che la Svizzera, da sempre gelosa delle sue istituzioni repubblicane e della sua libertà, mantiene ancora istituzioni di stampo feudale, ormai scomparse da tempo nel resto dell’Europa “civilizzata”. Una delle istituzioni che rappresenta un passato ancora vivo è, ancora più del Cantone, il Patriziato. I …

Continua a leggere